Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse Lavori di maturità 2021 > Rubrica LM Solcà Anja > Il concetto di sviluppo centripeto e la sostenibilità

Il concetto di sviluppo centripeto e la sostenibilità

mercoledì 3 novembre 2021, di Anja Solcà

Definizione dei concetti di sviluppo centripeto e costruzione sostenibile

Il concetto di sviluppo centripeto nella pianificazione territoriale e la sostenibilità

La Legge federale sulla pianificazione del territorio (LPT) sostiene uno sviluppo centripeto degli insediamenti, uno sviluppo di alta qualità e propenso al mantenimento e la creazione di spazi verdi e di svago.
Come già detto infatti lo sviluppo centripeto è la tendenza a favorire maggiore concentrazione di abitanti e posti di lavoro nei luoghi strategici (nodi del trasporto pubblico, dello svago, dei servizi e del commercio), rendendo più favorevole la qualità di vita, mettendo in rete gli spazi liberi accessibili a tutti e multi-funzionali e mantenendo intatti luoghi storici e culturali. (Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino, n.d.).

Il progetto inComune per la riqualifica del centro paese a Castel San Pietro ha come base uno sviluppo insediativo centripeto. Prima di entrare nel merito del progetto vediamo di definire cosa si intende con questo concetto.
Uno degli obbiettivi principali della Confederazione è quello di promuovere questo tipo di sviluppo territoriale. Questo concetto è inserito nei vari programmi d’agglomerato. I programmi di agglomerato prevedono l’adozione di misure concrete al fine di migliorare il sistema insediativo e dei trasporti, con il fine ultimo di aumentare il benessere della popolazione, tenendola in città in spazi di qualità, proteggendo nel contempo le superfici agricole e gli spazi verdi liberi nella periferia. Lo sviluppo centripeto è infatti importante per la funzionalità e la qualità di vita del paese del futuro. Questo concetto si inserisce nel concetto più ampio di sviluppo sostenibile e fa parte dell’obiettivo numero 11 dell’agenda 2030 :
Obiettivo 11: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.

L’urbanizzazione è uno degli sviluppi più significativi del 21 secolo. Al mondo più del 50% della popolazione vive nelle città e si stima che entro il 2050 sarà il 70%. Questo perché in città si ritrovano la maggior parte della attività economiche. A livello bilancio ecologico però le città presentano un’impronta ecologica enorme: occupano solamente circa tre per cento della superficie terrestre, ma consumano tre quarti delle risorse globali e sono responsabili del 75 per cento delle emissioni di gas. (Confederazione Svizzera, n.d.).

L’obiettivo 11 mira a ridurre l’inquinamento pro-capite prodotto dalle città, in particolare per quanto concerne la qualità dell’aria e la gestione dei rifiuti. Lo sviluppo urbano dovrà essere più inclusivo e sostenibile, tra l’altro grazie a una pianificazione degli insediamenti partecipativa, integrata e sostenibile. Dovrà altresì essere garantito l’accesso di tutti a superfici verdi e spazi pubblici sicuri e inclusivi, soprattutto per donne e bambini, anziani e persone con disabilità. Dovrà infine essere assicurato anche l’accesso a spazi abitativi e sistemi di trasporti sicuri ed economici.(Confederazione Svizzera, n.d.)

In particolare per il progetto di Castello rilevo questi punti che riporto per intero:

Obiettivo 11.1: Entro il 2030, garantire a tutti l’accesso ad alloggi adeguati, sicuri e convenienti e ai servizi di base e riqualificare i quartieri poveri
Obiettivo 11.3: Entro il 2030, potenziare un’urbanizzazione inclusiva e sostenibile e la capacità di pianificare e gestire in tutti i paesi un insediamento umano che sia partecipativo, integrato e sostenibile
Obiettivo 11.4: Potenziare gli sforzi per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale del mondo
Obiettivo 11.7: Entro il 2030, fornire accesso universale a spazi verdi e pubblici sicuri, inclusivi e accessibili, in particolare per donne, bambini, anziani e disabili
Obiettivo 11.8: Supportare i positivi legami economici, sociali e ambientali tra aree urbane, periurbane e rurali rafforzando la pianificazione dello sviluppo nazionale e regionale

Lo sviluppo centripeto tratta in sostanza di uno sviluppo concentrato degli insediamenti all’interno del perimetro dell’agglomerato, con una particolare attenzione rivolta alla densificazione, delimitazione degli edifici per migliorare la loro qualità.
Densificazione: comporta un aumento dello sfruttamento della zona già edificata. Ovvero trasformandola, aggiungendo edilizia alla superficie insediativa già esistente e attuando cambiamenti di destinazione.
Delimitazione della crescita degli insediamenti: limitare la crescita di insediamenti comporta la salvaguardia di zona verde, molto importante al giorno d’oggi.
Sviluppo compatto: contrasta la tipologia di sviluppo insediativo isolato e garantisce una buona raggiungibilità con i trasporti pubblici.
Aumento della qualità insediativa: riguarda problematiche sotto il profilo tecnico-ambientale e sociale.
Lo sviluppo centripeto come già detto è promosso dalle prescrizioni contenute nel piano regolatore (nell’ambito della gestione edificabile, nell’identificazione delle ubicazioni e dei grandi generatori di traffico). Esso fornisce un grande contributo economico e concorrenziale (rafforza la sua immagine attirando popolazione) oltre che favorire una modalità di pensare e pianificare su scala regionale dando nuovo spazio e vitalità al paese.

Sommario
Ritorno alla panoramica
Bibliografia e Sitografia


Fonti:
Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino, sezione sviluppo territoriale. Lo sviluppo insediato centripeto.
https://www4.ti.ch/dt/dstm/sst/temi/sviluppo-insediativo-centripeto/sviluppo/cosa-e-lo-sviluppo-insediativo-centripeto/

Confederazione Svizzera. Ufficio federale dello sviluppo territoriale. (n.d.). Sviluppo dell’urbanizzazione centripeta.
https://www.are.admin.ch/are/it/home/citta-e-agglomerati/temi-specifici/sviluppo-dell_urbanizzazione-centripeta.html

Confederazione Svizzera. L’agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. (n.d.).
https://www.eda.admin.ch/agenda2030/it/home/agenda-2030/die-17-ziele-fuer-eine-nachhaltige-entwicklung/ziel-11-staedte-und-siedlungen-inklusiv-sicher.html

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.