Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse Lavori di maturità 2021 > Risorse LM Mancinelli Alex > L’essere umano e il suo impatto sulla natura

L’essere umano e il suo impatto sulla natura

lunedì 27 dicembre 2021, di Alex Mancinelli

Tra le poche specie di esseri viventi che hanno consapevolezza di sé, l’essere umano è l’unica che per soddisfare le proprie necessità alimentari, sociali, culturali ed economiche, modifica e a volte stravolge il territorio.
Sfortunatamente solo poche culture vivono in armonia con la natura, la rispettano, la preservano e prelevano solo lo stretto necessario per la loro sussistenza. Purtroppo le più "progredite", tra cui quella occidentale, antepongono i propri bisogni al rispetto della natura sfruttandola, distruggendola e compromettendo il fragile equilibrio degli ecosistemi.
Per quanto riguarda la zona del Laveggio, ci si potrebbe dunque chiedere se era veramente necessaria la bonifica del territorio per ottenere campi coltivabili e vigneti, oppure se era necessaria la costruzione dell’area industriale, della zona urbana, delle infrastrutture stradali e ferroviarie. Tenterò di dare una risposta a questa domanda nel capitolo "conclusioni".

Ad ogni modo, gli interventi paesaggistici dell’uomo, come già spiegato nel documento "Natura", non fanno parte in senso stretto di ciò che è definibile come naturale, e rientrano invece nel termine antropico, di cui qui di seguito viene fornita la definizione secondo il dizionario Treccani.

"Antropico: agg. [dal gr. ἀνϑρωπικός, der. di ἄνϑρωπος «uomo»] (pl. m. -ci). – Dell’uomo, che riguarda l’uomo."

Questa definizione, sebbene sia molto concisa, racchiude il tema che tratterò durante questo lavoro, cioè la definizione delle presenze antropiche sul territorio. In aggiunta andrò successivamente a trattare anche le interazioni che queste presenze hanno con l’ambiente, naturale e non, per analizzare come lo influenzano e lo modellano.
Prima di proseguire nel lavoro, vorrei specificare che la mia idea personale di cosa fosse antropico o meno era un po’ limitata rispetto a ciò che rientra realmente in tale definizione. Tale idea ampliata è parzialmente errata poiché, come risulta chiaramente dalla precedente definizione, gli interventi paesaggistici dell’uomo fanno parte di ciò che è definibile come antropico.

Questo documento tratterà nello specifico:

- Mutamento del territorio e problematiche derivanti dall’uomo
- Zona industriale di Stabio
- Agriloro SA
- Linea ferroviaria
- Attività ricreative disponibili attorno allo stagno Pra Vicc

Per la lettura di un ulteriore capitolo clicca uno dei seguenti link:
- torna alla panoramica
- Natura
- Il fiume Laveggio e lo stagno Pra Vicc
- L’oasi
- Biodiversità lungo il fiume Laveggio
- Ricapitolazione e conclusioni
- Sitografia

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.