Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse Lavori di maturità 2021 > Risorse LM Mancinelli Alex > L’Agriloro

L’Agriloro

sabato 11 settembre 2021, di Alex Mancinelli

Questa azienda vinicola è presente sul territorio fin dal XVIII secolo ed è rinomata per suoi vini nostrani

 Breve storia dell’Agriloro


Foto tratta dal sito ufficiale dell’Agriloro: www.agriloro.ch

Questa azienda, così rilevante nel mondo vinicolo, fu fondata nel 1981 da Meinrad C. Perler, agricoltore friburgese, con il nome di Agriloro. Questa azienda però è presente sul territorio già dal XVIII secolo ma sotto il diverso nome di "Tenimento dell’Ör", uno dei terreni vinicoli più importanti facenti parte del patrimonio dell’UNESCO nel Mendrisiotto.

Foto tratta dal sito ufficiale dell’Agriloro: www.agriloro.ch

 Locazione

Questa attività è una delle aziende in direttissimo contatto con con il Laveggio e la riserva naturale, poiché le sue coltivazioni vinicole sono direttamente adiacenti ad esse. Essa si colloca a Sud dalla zona protetta in zona Prella ne terreno rosso indicato sulla cartina.

 Salvaguardia del territorio

Questa società, come tutte le altre presenti per esempio nella parte industriale del territorio, si impegna a non inquinare l’ambiente circostante. L’Agriloro ha attuato delle attività di protezione dell’ambiente, cercando di non ostacolarne o interferirne lo sviluppo.
Quest’ultime sono:

- abolizione dell’utilizzo di ogni tipologia di pesticidi o fitofarmaci dannosi provenienti da industrie chimiche.
- impegno di utilizzare solo tecniche e fonti naturali al fine di coltivare al meglio le loro viti.
- sia durante la coltivazione delle viti che durante vinificazione si cerca di operare il più possibile utilizzando metodi naturali e rispettosi per l’ambiente circostante.

(scritto cosi mi sembra riduttivo+ vai a cercare altro)

 Valorizzazione del territorio, come?

Il territorio circostante alla azienda vinicola è collinoso, quindi si presta benissimo per le loro viti... ma anche per scattare foto.

(Lo so ho scritto male)
Infatti questa azienda non è che valorizzi molto la regione del fiume o la riserva, se ne interessa molto poco, più che altro si preoccupa delle sue viti, le quali vengono fotografate dall’alto ed utilizzate come sfondo nelle etichette sopra ai prodotti.
Fanno ciò perché si è constatato che avere foto di paesaggi sui prodotti aiuta a vendere maggiormente il prodotto.

 Misure di protezione ambientali

Questa azienda, come molte altre, si interessa alla protezione dell’ambiente, ma non agisce in modo mirato sul territorio, si preoccupa solo di inquinare meno.
Oltre all’utilizzo di tecniche naturali per coltivare le loro viti, evitando l’utilizzo di qualsiasi tipo di pesticida chimico, questa azienda non ha espresso ulteriori misure di protezione o salvaguardia del territorio.

Quindi per concludere...

Questa azienda valorizza poco il territorio e solo per un ritorno economico.
Proteggono il territorio in maniera blanda e limitata, se comparata con altre aziende, limitandosi solo all’utilizzo di sostanze naturali per le loro viti.
Sfruttano la buona immagine del territorio, garantita dalla azione combinata dei comuni di Stabio e Mendrisio con il supporto da altre associazioni private, per vendere più prodotti.

torna alla panoramica

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.