Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse Lavori di maturità 2021 > Risorse LM Cantoni Giuseppe > Monte Generoso, Fiore di Pietra/ Bellavista

Monte Generoso, Fiore di Pietra/ Bellavista

venerdì 5 novembre 2021, di Giuseppe Cantoni

Ritorno alla panoramica

 Storia

JPEG - 70.7 Kb
Grotta dell’Orso sul Generoso
Fonte: https://www.mendrisiottoturismo.ch/it/commons/details/La-Grotta-dell-Orso/14911.html

Della storia del monte Generoso prima del diciannovesimo secolo non si ha molto e quello che ho trovato riguarda i ritrovamenti archeologici compiuti principalmente nella cosiddetta “grotta dell’orso”, scoperta nel 1988, situata in Italia a 100 metri dalla vetta del Generoso e vicino al confine italo-svizzero. La scoperta di questa grotta, di circa 70 metri di lunghezza, portò alla scoperta di numerosi reperti (circa 40’000) e quelli degni di nota sono quelli: dell’orso delle caverne (Ursus spelaeus estinto circa 20’000 anni fa), da cui la grotta prende il nome, dell’orso bruno, del lupo, dell’alce, di altri piccoli mammiferi e infine quelli di quattro frammenti di selce attribuiti all’uomo di Neandertal che avrebbe dovuto popolare queste zone circa 40’000-60’000 anni fa.

JPEG - 100.3 Kb
Monte Generoso a inizio Novecento
Fonte: https://www.rsi.ch/rete-uno/programmi/intrattenimento/millevoci/Turismo-e-competenze-linguistiche-quanto-%C3%A8-Generoso%E2%80%A6-il-bagaglio-di-conoscenze-richieste-11229663.html

La storia del Generoso, come lo intendiamo noi oggi, parte alla fine del XIX sec. quando nel 1867 ad opera del Dottor Carlo Pasta viene costruito l’albergo “Monte Generoso Bellavista” a Bellavista e, molto più importante e che cambierà totalmente l’assetto turistico del Generoso, quando nel 1886-90 viene realizzata, sempre grazie al Dottor Carlo Pasta, una ferrovia a cremagliera che da Capolago conduceva, e tuttora conduce, fino alla vetta del Generoso.

JPEG - 2.4 Mb
Stazione Bellavista

In cima vennero poi costruiti ben tre alberghi: l’Hotel Swiss, il Vetta e l’ Hotel Kulm. Tutto ciò venne realizzato negli anni ’70 e ’80 dell’Ottocento in cui venne portata a termine la linea ferroviaria del San Gottardo che generò molto entusiasmo nel Ticino e che sicuro contribuì al progetto turistico del Generoso e alla sua realizzazione, inoltre poco prima che venne portato a termine il progetto della ferrovia a cremagliera del Generoso (circa venti anni prima) era già stata costruita in svizzera interna nel 1871 sul Rigi la prima ferrovia a cremagliera d’Europa che mostrò come un’opera del genere fosse possibile (raggiungere alte vette con la ferrovia) e gettò le basi (il “know how”) per la costruzione della ferrovia a cremagliera del Generoso. Da notare che appena finita la costruzione della cremagliera la società che conduceva il progetto turistico del Generoso fece un’attività pubblicitaria molto attiva e anche proponendosi “Il Rigi del sud della Svizzera ma più bello”.

JPEG - 1.3 Mb
Locandina pubblicitaria del Generoso di fine 1800
Fonte: https://lanostrastoria.ch/entries/EDknOGwnp24

Nel fine ’800 inizio ’900 la ferrovia a cremagliera riscosse un grande successo, mentre poi a causa della guerra e della difficoltà che essa causava al turismo la linea ferrovia entrò in declino tanto che negli anni trenta del Novecento voleva essere venduta come ferraglia, ma nel 1941 fu acquistata dal fondatore della Migros Gottlieb Duttweiler che la salvò.
Nel 1970 venne costruito l’albergo ristorante Vetta dopo che gli altri albergi caddero in disuso o vennero demoliti. Nel 1996 venne inaugurato l’osservatorio astronomico ad opera di Margherita Hack, astrofisica di fama mondiale, che quest’anno (2021) è stato trasferito in Svizzera interna.

JPEG - 1.5 Mb
Fiore di Pietra sul Generoso

Nel 2010 a causa di uno scoscendimento del terreno venne chiuso l’albergo ristorante Vetta e quattro anni dopo fu demolito. Conclusa la demolizione venne costruito dove c’era l’ormai ex-ristorante il nuovo e innovativo “Fiore di Pietra” ad opera di Mario Botta un architetto contemporaneo del Mendrisiotto tra i più noti e innovativi.

 Geografia

Il Generoso è un monte prealpino e più precisamente fa parte della sezione delle prealpi luganesi. L’altitudine del Generoso è pari a 1704 m s.l.m. mentre il dislivello con il Ceresio e il primo punto di pari altitudine più vicino (isolamento topografico) sono rispettivamente di 1494 metri e di 14,5 km. Il Generoso si situa a Est della sponda del Ceresio sopra l’abitato di Melano.

JPEG - 3.6 Mb
Immagine del versante Ovest del Generoso per mostrare la ripidità

Il versante Ovest che si affaccia sul Ceresio è ripido e scosceso confronto al versante Nord-Est, Est e Sud. Il Generoso non è lontano dalla sponda Ovest del lago di Como e lo divide ad esso la Valle d’Intelvi il cui versante è relativamente più “dolce”, è da ricordare comunque che la vetta del Generoso è nettamente più vicina al Ceresio che al Lario. Il versante Sud del massiccio del Generoso va a costituire la valle di Muggio anch’essa relativamente più “dolce” al versante Ovest. Il Generoso si trova diviso da due stati Italia e Svizzera. Il confine è situato sui versanti Nord e Est della montagna e la Svizzera confronto a questo confine si trova a Ovest e Sud mentre l’Italia si trova a Est. Se ipoteticamente dalla vetta del Generoso si generasse tutto attorno un cerchio che ne vada a coprire l’intero massiccio la parte Svizzera ricomprerebbe circa poco meno di tre quarti e l’Italia la parte restante.

JPEG - 7.5 Mb
Vista da Bellavista

Per quanto riguarda la stazione di Bellavista si trova a quota 1200 metri ed è situata in punto privilegiato sul lago Ceresio sopra alla strada che da Capolago porta Melano.

 Mezzi di Arrivo

JPEG - 2.9 Mb
Particolare della ferrovia del Generoso

L’unico mezzo di trasporto con la quale è possibile accedere alla vetta del Generoso è la ferrovia a cremagliera, ovvero una ferrovia a binario singolo, tranne nelle stazioni, con con due normali rotaie ma con l’aggiunta, tra di esse, di una terza rotaia dentata (per questo “a cremagliera”) che serve a creare, con la ruota dentata (posta sotto a ogni locomotiva, vagone, ecc…), maggiore aderenza/attrito così da permettere ai mezzi che circolano su queste rotaie di sfidare la forza di gravità e percorrere ripide distanze nonostante il peso considerevole degli stessi mezzi rotanti.

GIF - 66.4 Kb
Funzionamento ferrovia a cremagliera
Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_a_cremagliera#/media/File:Rack_and_pinion_animation.gif

Il sistema “a cremagliera” funziona quindi come una sorta di “zip” a binario singolo permettendo la salita, nel caso del Generoso, di un dislivello pari a 1328 m (Capolago - Generoso Vetta) in soli 9 km. Tutta la linea ferroviaria è elettrificata e ha quattro fermate, ovvero in ordine dal punto più a basso al più alto: Capolago, San Nicolao, Bellavista e Generoso Vetta. La linea è percorsa da materiale rotabile di vario tipo e quello più comune è composto dai “tipici” convogli elettromotrici blu e arancioni, ma sicuramente è degno di nota anche il convoglio storico a locomotiva a vapore ancora funzionante e utilizzato su prenotazione per tornare per un po’ alla “Belle epoque” con quella sensazione “nuova” della “conquista delle vette”.

JPEG - 402.7 Kb
Treno sul Generoso del fine 1800
Fonte: https://www.percento-culturale-migros.ch/chi-siamo/storia/1941-la-ferrovia-monte-generoso-viene-salvata

Mi sono soffermato molto sulla descrizione della ferrovia cremagliera poiché è una tipologia di mezzo di trasporto veramente molto particolare e tipico, tant’è vero che di tipologie di ferrovia a cremagliera ne esistono quattro (1. Il sistema Riggenbach, 2. Il sistema Abt, 3. Il sistema Strub, 4. Il sistema Locher), tutte e quattro inventate da persone svizzere.
L’unico altro metodo per raggiungere la vetta è a piedi attraverso i numerosi sentieri che partono da: Mendrisio, Rovio, Arogno, valle d’Intelvi da più direzioni e dalla valle di Muggio anche qui da più direzioni. I numerosi sentieri favoriscono il turismo escursionistico.
Per quanto riguarda Bellavista oltre alla ferrovia a cremagliera e ai sentieri vi è un terzo modo per raggiungere questo posto ovvero attraverso la strada asfaltata percorribile con qualsiasi mezzo. Bellavista è dotata di un ampio parcheggio così da permettere anche ai turisti di raggiungere metà del percorso per la vetta anche con mezzi propri.
Il Generoso a differenza degli altri punti panoramici trattati non fa parte in modo preponderante di progetti turistici più ampi ampi (prendendo in considerazione progetti turistici con durata di una giornata), ovvero il progetto turistico in cui è inserito è abbastanza “Generoso-centrico” dal momento che: già di per sé il Generoso ha un’ampia offerta turistica al suo interno (Fiore di Pietra, ex-osservatorio, varie terrazze panoramiche, sentiero dei pianeti, Grotta dell’Orso, parco giochi, cappelletta) che “richiede” al turista una giornata intera; È un monte decisamente più grande e alto di tutti quelli che ho trattato in questa ricerca e la visita richiede al minimo, ovvero prendendo la cremagliera, almeno 40 minuti di andata e di ritorno. Ciò nonostante, soprattutto a livello escursionistico, può essere inserito sotto progetti turistici che lo vedono coinvolto con la valle di Muggio o quella d’Intelvi attraverso sentieri didattici naturali; degno di nota il “Percorso delle Nevere” che attraversa piccoli agglomerati rurali o alpeggi in cui si trovano le nevere una volta utilizzate come i nostri moderni frigoriferi, ma soprattutto per “refrigerare il latte prima che venisse trasformato in burro”.

JPEG - 64.3 Kb
Immagine di una Nevera sul Generoso
Fonte: https://it.tripadvisor.ch/LocationPhotoDirectLink-g6940667-i120832068-Mendrisiotto_Canton_of_Ticino_Swiss_Alps.html

È comunque da considerare che il Generoso, attraverso la ferrovia a cremagliera, è collegato molto bene all’altezza di Capolago con la stazione ferroviaria di Capolago-Riva San Vitale con la quale è possibile fare biglietti combinati.

 Esperienza di paesaggio

JPEG - 7.4 Mb
Panchina sul Generoso sul versante meridionale

La strabiliante esperienza paesaggistica e soprattutto panoramica godibile dal Generoso è la più rinomata del Ticino soprattutto in epoca passata, mi riferisco alla fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, grazie all’avanguardia della ferrovia a cremagliera, tant’è che la regina Margherita di Savoia e il re d’Italia Vittorio Emanuele II vi fecero visita nel 1893. A parte questa digressione di carattere storico si può certamente affermare che grazie a queste caratteristiche: al suo isolamento topografico, decisamente di lunga distanza confrontato agli altri monti da me trattati, la sua centralità nella porzione di terra che comprende il Verbano, il Ceresio e il Lario, il ripidissimo versante Ovest e la vicinanza così stretta al Ceresio nonostante il marcato dislivello rendono unico, meraviglioso e mozzafiato il paesaggio e il panorama percepibile dalla vetta del monte Generoso.

JPEG - 6.8 Mb
Vista dal Generoso sulla pianura Padana

Queste caratteristiche fanno si che si possa godere della vista che spazia “dagli Appennini alle Alpi permettendo di ammirare dall’alto il Nord Italia, con la regione dei laghi e la catena Alpina del Gran Paradiso, dal Monte Rosa al Cervino e dalla Jungfrau al massiccio del Gottardo” (Cit: https://www.montegeneroso.ch/it) e del Bernina e poi ancora la parte più occidentale della Pianura Padana con addirittura la vista su Torino nelle giornate più terse.

JPEG - 6.4 Mb
Vista da Bellavista con attenzione sul Monte Rosa

Anche solo la salita in trenino è una vera e propria esperienza paesaggistica, ovvero si viaggia per 40 minuti all’interno del massiccio del Generoso immersi nella natura e incantevoli paesaggi boschivi con scorci sul lago Ceresio. Questa esperienza di viaggio, a differenza di quella percepibile in funicolare o funivia, è più lenta e tranquilla (la pendenza della tratta ferroviaria è più lieve) e permette di focalizzarsi maggiormente sulla natura circostante e “l’effetto zoom” (descritto nell’articolo relativo al San Salvatore) viene percepito solo parzialmente durante il tragitto ma viene poi assaporato tutto “in solo colpo” appena arrivati in vetta si va ad osservare lo strapiombante dirupo sul versante Ovest di cui non si ha più praticamente traccia dalla fermata di Bellavista in poi.
Infine bisogna esplicitare come le infrastrutture atte al godimento del panorama sul Generoso siano di prima qualità, non a caso il Fiore di Pietra si è meritato il riconoscimento di “Swiss location awards” che ne fa “una delle più belle location per meeting della Svizzera!”. Inoltre il Fiore di Pietra è un’opera ingegneristico-architettonica degna di nota date le condizioni naturali nella quale la struttura è stata edificata, detto ciò, che piaccia o meno, è stato pure progettato da un architetto di fama internazionale che già di per sé da valore aggiunto al turismo del Generoso. Il Fiore di Pietra è pure un edificio all’avanguardia per il godimento del panorama, vale a dire che è un edificio studiato appositamente per non rovinare il paesaggio su cui esso poggia e valorizzarlo (“un edificio potente e geometrico che dialoga, per contrasto, con l’andamento organico del paesaggio circostante” cit: https://www.montegeneroso.ch/it/monte-generoso/fiore-di-pietra) e per godere anche dall’interno del magnifico panorama (“Le torri sono articolate fra di loro con degli snodi vetrati e presentano grandi vetrate che permettono un rapporto visivo a 360°” cit: https://www.montegeneroso.ch/it/monte-generoso/fiore-di-pietra).

JPEG - 1.7 Mb
Fiore di Pietra sul Generoso

Inoltre il Fiore di Pietra non è l’unica infrastruttura atta al godimento del paesaggio, anzi tutt’altro vi sono numerose terrazze panoramiche e panchine sparse un po’ dappertutto, degne di nota sono quella sul punto più alto del Generoso, quella sulla cima di Sassalto e quella davanti e dietro il Fiore di Pietra. In aggiunta vi sono il parco giochi e l’area pic-nic, con debita riparazione, messi anch’essi vicino allo strapiombo come una nuova altalena panoramica per adulti.

JPEG - 8.3 Mb
Cappelletta, parchetto e area pic-nic sul Generoso

Articolo con commento generale dei punti panoramici.

 Sitografia:

  1. La Grotta dell’Orso
  2. https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_a_cremagliera
  3. https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_del_Monte_Generoso
  4. https://it.wikipedia.org/wiki/Grotta_dell%27Orso_(Como)
  5. https://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Generoso
  6. https://lanostrastoria.ch/entries/EDknOGwnp24
  7. https://map.geo.admin.ch/
  8. https://web.archive.org/web/20120409202726/http://www.montegeneroso.ch/it/85/la-grotta-dell-orso.aspx
  9. https://www.google.ch/maps/place/Monte+Generoso/@45.9217516,9.0139383,14.49z/data=!4m5!3m4!1s0x47842f32e3593fbf:0x2981d52b25042806!8m2!3d45.9312965!4d9.0199095?hl=it
  10. https://www.montegeneroso.ch/it
  11. https://www.myswitzerland.com/it-ch/scoprire-la-svizzera/monte-generoso/
  12. https://www.ticino.ch/it/commons/details/Ferrovia-Monte-Generoso/1064.html
  13. https://www.ticino.ch/it/commons/details/Le-nev%C3%A8re-del-Monte-Generoso/43641.html

 Documenti:

PDF - 3.5 Mb
Pdf Angolo di visuale
In questo documento è riportata una cartina che mostra l’angolo di visuale ceh si ha dal punto panoramico di Bellavista sul Generoso.
PDF - 6.6 Mb
Sequenza di immagini dalla terrazza panoramica di Cima di Sassalto del Generoso
Il documento propone degli scatti che vanno a ricostruire la visuale del panorama godibile dal versante occidentale del Generoso.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.