Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse iperpaersaggi Sabrina Stefanini Airaghi > NULCEO DI BELLINZONA > LE CITTÀ ALLA CONQUISTA ... DELLO SPAZIO!

LE CITTÀ ALLA CONQUISTA ... DELLO SPAZIO!

martedì 6 giugno 2017, di Amélie, Filippo, Morgana, Mosè, Sabrina

Con questo articolo spieghiamo come le città si allargano sempre di più e conquistano sempre più spazio. Venite a scoprire come, quando e perché!

Da quando c’è l’autostrada le città si sono sviluppate moltissimo. Il territorio è stato notevolmente trasformato: popolazione e paesaggio hanno subito una grande influenza perché l’autostrada ha portato molte nuove attività. Abbiamo cercato di capire in che modo sono cambiati costruendo degli esempi di espansione delle città. Ci siamo divisi a coppie e abbiamo disegnato quello che poteva capitare.
All’inizio c’è la città più grande con alcuni comuni attorno e tanto spazio libero: Poi arriva l’autostrada e ... guardate cosa capita:
Gli spazi si sono riempiti sempre di più di costruzioni e piano piano le città si sono allargate talmente tanto da inglobare i comuni che c’erano attorno: dall’alto non si vede più il confine tra l’una e gli altri. La città principale con i comuni attorno sembrano un’unica enorme città.
Ognuno ha disegnato inventando un po’, ma abbiamo notato che tutti hanno messo certe cose in posti precisi perché c’erano dei buoni motivi.
Le industrie e i centri commerciali sono vicino all’autostrada sulla pianura perché c’era bisogno di tanto spazio e dovevano essere facilmente raggiungibili sia dai camion che dai lavoratori. I centri commerciali più vicini alla città perché devono avere tanti clienti e là c’è più gente, mentre le industrie più lontano così che il rumore o l’inquinamento o gli odori sgradevoli non disturbino la gente.
I depositi e i magazzini vicino alle industrie e ai grandi negozi perché servono per metterci la merce e i prodotti.
I palazzi con tanti appartamenti attorno alla città come una corona, perché così ci sono i servizi come ospedali, cinema, scuole ecc.
Gli uffici a dipendenza dentro nel centro oppure attorno perché devono avere i lavoratori che vengono oppure i clienti, ma nello stesso tempo hanno bisogno dei servizi della città come la posta.
Le case con giardino le abbiamo messe o in riva al lago o in campagna o sulla collina perché c’è una bella vista e c’è più natura e verde e sono lontane dalle confusione della città. In più fuori c’è più spazio per avere il giardino.
Tutti queste costruzioni creano collegamenti tra la grande città e i comuni più piccoli, anche perché la gente si sposta in continuazione per andare di qua e di là: al lavoro, nei centri commerciali, a casa ecc. Si crea però anche tanto traffico per via di tutti i pendolari.
Tutto questo insieme di traffico e città che si ingrandiscono e si espandono su tutto il territorio si chiama agglomerato urbano. Ogni agglomerato urbano ha per ogni funzione un posto particolare: industriale, residenziale, sportiva e svago ecc. Lo vediamo bene in queste foto degli agglomerati di Bellinzona e di Lugano:
Le zone residenziali sono attorno alla città o sui fianchi della collina, le zone industriali e di commercio sono lungo l’autostrada. Nel centro delle città restano i negozi speciali o altri servizi importanti. Gli impianti sportivi sono fuori dal centro ma non troppo lontano, perché devono avere spazio ma essere raggiungibili.
Dalle foto si nota come le città conquistano tutto lo spazio che si riempie. Sono attività del settore secondario e terziario a consumare molto spazio attorno alle città e sulle pianure, mentre per l’agricoltura ne resta meno. Infattiil settore agricolo ora ha meno importanza di prima. Per il Ticino c’è dunque il problema della quantità di spazio che si può ancora usare e quale no. Dall’alto il Ticino sembra fatto tutto di città nella parte sud, mentre nel nord è pieno di montagne ma molto più vuoto di città: L’agglomerato a espandersi di più è Lugano che sembra collegarsi con quello di Mendrisio e Chiasso.
Gli agglomerati si sviluppano tutto lungo il principale asse autostradale Nord-Sud.
Riassumendo, le città occupano sempre più spazio sul poco pianeggiante che c’è e formano grandi città diffuse che attirano la maggior parte della popolazione e delle attività e lo fanno grazie allo stimolo dell’autostrada.

Torna alla panoramica.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.