Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse iperpaesaggio Stefania > Che cosa è il protocollo cerimoniale?

Che cosa è il protocollo cerimoniale?

giovedì 18 maggio 2017, di Stefania

Ritorno all’articolo "Riflettori puntati su Palazzo delle Orsoline"

Come abbiamo visto, uno dei compiti del Cancelliere dello Stato è anche quello di occuparsi del protocollo cerimoniale. Questo protocollo viene messo in atto dal Cancelliere che a sua volta aiuta i Consiglieri di Stato ad accogliere secondo delle regole rigide i personaggi di spicco (per esempio ambasciatori, sindaci o delegazioni estere) in visita in Ticino. Il protocollo è disponibile on-line e si trova sotto forma di fascicolo. È una sorta di “galateo”, una raccolta delle regole delle buone maniere del Governo, utile per le progettazioni di un evento, ricevimento di un personaggio influente, conferenze, premiazioni o altro ancora. Questo protocollo è stato elaborato e raffinato dall’ex Cancelliere dello Stato Giampiero Gianella e dalla sua assistente Renata Gottardi. Giampiero Gianella è stato ospite presso la nostra scuola lo scorso mese di maggio e ci ha raccontato che nei sui 23 anni da Cancelliere ha dovuto organizzare tanti incontri, mediare situazioni esplosive e avere sempre uno sguardo neutro sui fatti che accadono dentro e fuori le mura del palazzo governativo.
Abbiamo chiesto al Signor Gianella di raccontarci un evento significativo che potesse aiutarci capire meglio la questione del protocollo.

Il Signor Gianella ci fa fare un salto indietro nel tempo. I suoi racconti ci portano nel lontano 1998, quando l’allora Presidente della Repubblica francese Jacques Chirac è venuto in visita per due giorni in Svizzera.

JPEG - 245.8 Kb
Un momento della visita del Presidente francese in Svizzera

In quella occasione, dopo una prima giornata trascorsa a Berna, la delegazione francese si è spostata in Ticino, dietro il desiderio dell’allora Consigliere federale di origini ticinesi Flavio Cotti. https://www.rts.ch/archives/tv/info....

In qualità di Cancelliere, il Signor Gianella si è dovuto occupare dell’accoglienza del Presidente e attivare quindi il Protocollo. Gianella ci racconta che è stato tutto programmato “minuto per minuto” e che la Polizia Cantonale ticinese ha dovuto collaborare intensamente con il Sevizio di sicurezza del Presidente francese. Per ottimizzare tempi e spostamenti della delegazione francese, la Polizia Cantonale ha sbarrato per esempio l’autostrada e ha chiuso diverse strade. Ma l’aneddoto più caro al nostro ospite riguarda uno strappo protocollare avvenuto durante una passeggiata sul prato di Castelgrande. I due politici, mossi dalla curiosità e dalla bellezza del paesaggio, si sono lasciati alle spalle inaspettatamente i giornalisti e le guardie della sicurezza e si sono diretti verso le mura del Castello. Le guardie si sono immediatamente attivate e il Signor Gianella si è dovuto frapporre tra gli illustri ospiti e gli uomini della sicurezza per impedire che questi intervenissero. Così tutto è tornato alla normalità nel giro di qualche minuto. L’allarme è rientrato!

JPEG - 65.6 Kb
Giampiero Gianella

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.