Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse iperpaesaggio Igor > Il palazzo delle Orsoline e il protocollo cerimoniale

Il palazzo delle Orsoline e il protocollo cerimoniale

lunedì 15 maggio 2017, di Igor

Protocollo cerimoniale

Il protocollo viene messo in atto dal Cancelliere e dai Consiglieri di Stato quando devono accogliere secondo delle regole rigide i personaggi di spicco in visita in Ticino, per esempio ambasciatori, presidenti, delegazioni estere. Il protocollo è disponibile on-line e si trova sotto forma di fascicolo (www.ti.ch/protocollo). È un “galateo”, una raccolta delle regole delle buone maniere del Governo, utile per le progettazioni di un evento, ricevimento di un personaggio influente come un presidente, conferenze, premiazioni o altro ancora. Questo protocollo è stato elaborato dall’ex Cancelliere dello Stato Giampiero Gianella (che noi abbiamo incontrato e che oggi è segretario della Regio Insubrica). Le visite ufficiali che avvengono in Ticino sono delle occasioni importanti per il Cantone di dare una buona immagine di sè e per stabilire contatti da sviluppare nel tempo. Per esempio in merito alla collaborazione economica, culturale, scientifica, ecc.

(nella foto Giampiero Gianella ex Cancelliere dello Stato)

(Corriere del Ticino, speciale 125 anni, 14 dicembre 2016 / esempio di visita ufficiale, in questo caso del Papa)

Una visita ufficiale ci è stata raccontata dall’ex cancelliere del Cantone Giampiero Gianella quando l’abbiamo incontrato e intervistato. Ecco cosa è successo: il 28 e il 29 ottobre 1998 il presidente francese Chirac ha visitato la Svizzera e il Ticino. È stato accolto dal presidente della confederazione Flavio Cotti, dalla vicepresidente Ruth Dreifuss, dalla presidente del Consiglio di Stato Marina Masoni e dal Cancelliere Giampiero Gianella.
A Berna i politici hanno discusso di diverse tematiche: le relazioni bilaterali, l’integrazione europea, la situazione nei Balcani, in Russia e in Africa, nonché la situazione finanziaria internazionale.
Il 29 ottobre le delegazioni francesi e svizzere si sono recate in Ticino e hanno visitato Castel Grande, Ascona e Locarno, dove hanno pranzato.
In quell’occasione c’è stato un episodio imprevisto. Il presidente francese e il presidente della Confederazione si sono presi la libertà di fare uno strappo al protocollo e di andare sulle mura del castello per ammirare il panorama di Bellinzona. Questa azione improvvisa ha messo in agitazione l’apparato di sicurezza e il cancelliere ha dovuto intervenire per dare la libertà agli ospiti di muoversi a loro piacere e per rassicurare le forze dell’ordine allarmate. Gianella ci ha spiegato che anche questi piccoli gesti permettono di fare apprezzare l’accoglienza che il Ticino e la Svizzera danno a persone importanti.

(Flavio cotti e Jacques Chirac)

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.