Iperpaesaggi

Home > Risorse interne > Risorse iperpaersaggi Sabrina Stefanini Airaghi > NULCEO DI BELLINZONA > COME È FATTO IL TERRITORIO DEL TICINO?

COME È FATTO IL TERRITORIO DEL TICINO?

martedì 6 giugno 2017, di Amélie, Morgana, Sabrina

Per capire il perché della posizione strategica di Bellinzona e come si è organizzato il territorio del Ticino nel tempo dobbiamo esplorare come è fatto questo territorio. Osservare dove e quante montagne, colline, pianure, fiumi ci sono. Gli abitanti del Ticino infatti hanno dovuto adattarsi al modo in cui è fatto il territorio per poter vivere e per sfruttarlo. Esplorate con noi la geografia fisica del Ticino!

Per esplorare il Ticino l’abbiamo ricostruito con la creta.
La prima cosa che abbiamo notato è che il Ticino è un territorio soprattutto montagnoso: l’80% del Ticino è composto da montagne, il 15% da colline e solo il 5% da pianura. Più della metà del cantone è coperta da boschi, che si trovano soprattutto sulle montagne e sulle colline. Le Alpi
È così montagnoso perché il Ticino è attraversato da una grande catena di montagne chiamata Alpi, che parte da Nizza nel sud della Francia e va fino a Vienna in Austria, è lunga circa 1200 Km (in linea d’aria). Ecco dove si trovano e come sono le montagne in Ticino: verso nord le montagne sono di più e più alte, verso sud sono di meno e più basse. La montagna più alta è l’Adula ed è alta 3’400 metri. Si trova in Val di Blenio.
Dove ci sono le montagne più alte siamo nella regione Alpina e dove ci sono le montagne più piccole siamo nella regione Pre - Alpina. A dividere la regione alpina da quella prealpina ci sono il Monte Ceneri e la piana di Magadino, che è la pianura più grande che abbiamo in Ticino. Bellinzona, che si trova nel punto più stretto della Piana di Magadino, è la "porta" tra il paesaggio Pre Alpino (sotto Ceneri) e quello Alpino (sopra Ceneri), come si vede dalla nostra ricostruzione. Ecco perché nella sua storia ci hanno costruito dei castellicon delle lunghe mura e tutti volevano possederla!
Avete capito? Trovate: la piana di Magadino, il Monte Ceneri, la regione alpina e quella prealpina sulla carta. Le soluzioni le trovate cliccando l’immagine!
La parte più grande del Cantone è la parte alpina: è almeno 4 o 5 volte più grande del Luganese! La parte prealpina è molto piccola rispetto al resto, come si vede dallo schizzo: Il Canton Ticino confina a nord col Canton Uri, a nord-nord est col Canton Grigioni, a nord-ovest col Vallese, a sud-ovest col Piemonte e a sud e sud-est con la Lombardia. Dunque a sud il Ticino si apre verso la Pianura Padana e a nord ha come un muro di montagne, le Alpi. I popoli però hanno sempre cercato di attraversare questo "muro" attraverso dei passaggi, i passi che sono come delle aperture e per questo le Alpi sono sempre state molto importanti per i traffici del commercio in diverse epoche:
I passi delle Alpi erano però difficili da passare finché c’erano solo sentieri e mulattiere strette e si andava a piedi o coi muli o con i cavalli. Ecco perché per molto tempo il territorio del Ticino è stato più facilmente raggiungibile dalle popolazioni provenienti da sud come i Romani, i Longobardi, i milanesi e ha sempre avuto molti contatti con la Lombardia, anche se gli abitanti delle valli ci guadagnavano col fatto di far passare la gente e le merci attraverso le Alpi, perché facevano pagare la loro guida e il trasporto! Infatti loro conoscevano bene dove passare. Questo però succedeva tanto tempo fa prima del 1800.
I fiumi
Visto che ci sono tante montagne, in Ticino ci sono anche tanti fiumi, la maggior parte nasce in cima alle valli nel nord del Ticino e scorre verso sud.
Succede così perché le montagne si trovano a Nord ed i fiumi partono tutti dalle montagne e scendono verso il mare. Molti fiumi del Ticino servono per produrre elettricità grazie a centrali idroelettriche e a dighe. Ce ne sono diverse nelle diverse valli del Sopraceneri, come per esempio quella di Robiei in Val Bavona nell’alta Val Maggia ai piedi del ghiacciaio Basodino. La diga più alta è però quella del Luzzone in Val di Blenio (più di 220 metri!).
Il fiume più importante è il Ticino, che dà il nome al nostro Cantone.
Il Fiume Ticino esce dal Canton Ticino in fondo al Lago Verbano, detto anche lago Maggiore (dove c’è Locarno) e va in Italia, per poi entrare nel fiume Po e sfociare poi nel Mar Adriatico. I fiumi ticinesi dunque fanno parte del bacino del Po, il fiume più importante che attraversa la Pianura Padana e che si nutre dei fiumi che nascono dalle Alpi. Questa è una regione molto importante perché è piena di grandi città, come Milano, di industrie e di campi, con tanti abitanti. Questa pianura si è formata un po’ anche grazie al fiume Ticino: infatti è una pianura alluvionale, cioè formata dai detriti portati dai fiumi. Prima infatti al posto della pianura c’era un mare. Sassi, sabbia e pezzi di roccia portati dal fiume si sono depositati fino a riempire un po’ il mare e formare la pianura. Naturalmente ci ha messo milioni di anni!
E se torniamo ancora più indietro nel tempo nella preistoria, non c’erano ancora né il mare né le Alpi.
Le forme del nostro territorio sono dovute al tempo e ai fiumi ticinesi! Infatti ci sono valli a "v" e valli a "U". Le valli a "U" sono valli con il fondo più largo come la pianura di Magadino, che sono state scavate dal ritiro di un ghiacciaio che c’era tanto tempo fa. Le valli a "V" invece hanno il fondo più stretto come si nota guardando la Val Leventina e sono state scavate dal fiume.
I laghi
Abbiamo notato che i laghi in Ticino si trovano piuttosto a sud. Cioè si trovano ai piedi della catena alpina e anche nei territori vicini in Italia ce ne sono tanti altri. Questo perché prima milioni di anni fa c’era un ghiacciaio che poi sciogliendosi ha formato i laghi. In più i fiumi scorrono dall’alto verso il basso e vanno verso i laghi così aggiungono acqua. I laghi ticinesi fanno parte del sistema dei laghi prealpini che si trovano in Nord Italia.
Conclusioni
Abbiamo scoperto che il Ticino è fatto più di montagne che di pianure o colline e che il suo paesaggio e il suo territorio non sono stati sempre così, ma lo sono diventati con il tempo e si sono trasformati grazie ai fiumi e ai ghiacciai: si sono scavate delle valli e formate delle pianure.
Se volete scoprire come i ticinesi usano il territorio, allora leggete qui!
Torna alla panoramica.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.

Iperpaesaggi è un concetto progettato e sviluppato dall'Institut d'Eco-Pédagogie e il Laboratoire de Méthodologie de la Géographie de l'ULg.
Sito realizzato da Robert Sebille.

You can choose your license or delete this article. It’s your choice.